Sognolotto
Pochi Spesso Subito

Babbo Natale a pezzi quello della Giovanna

0 34

Ci mancava giusto Babbo Natale della Giovanna a guastare il giovedì pomeriggio del Sognolotto, per poco non mi becco pure la multa per divieto di sosta. Dunque, ero in giro per i fatti miei quando ad un tratto noto sulla destra della carreggiata l’insegna di un tabaccaio mai frequentato prima ma avevo finito l’aromatico per la mia pipa, decido, quindi, di accostare a destra sostando una decina di metri più avanti occupando per buona parte un marciapiede.

Metto le quattro frecce e velocemente mi accingo ad entrare nell’esercizio, basteranno pochi secondi per acquistare il dovuto e liberare il marciapiede da quel posto sempre ben scandagliato dai ghisa del comune che non son mica tanto teneri.

Entro furtivamente nella bottega e chi ci trovo appoggiata alla cassa? Ma ci trovo la Giovanna, quella che pochi giorni prima mi chiese numeri vincenti per prenotare un viaggio per l’inferno a favore di quell’anima in pena del suo marito che da quando è andato in pensione se lo trova sempre fra piedi e aspirapolvere che gironzola per casa senza saper cosa fare, una sorta di Fantozzi per intenderci. La prima volta mi aveva fregato, le avevo preparato tre ambi e lei è andata a giocarsi un’altra delle mie previsioni (Ambetto meno male che c’è – Prono n.1) beccando un ambo in terzina tirchiamente giocato con una spesa da 50 centesimi per l’ambo ed altrettanti per il terno.

Mi nota subito e sorride la vecchietta, certo che sorride, non mi ha vinto pure l’ambo secco con una delle coppie che le avevo preparato (Io e le mie signore dai 60 in su – Ambo 32.86), questa volta c’è andata giù pesante, 10 euro sul secco giocato su Palermo proprio l’ultimo dell’anno perché quel 32 li le ricorda il capitone (smorfia napoletana sul 32) mal digerito a Natale perché mal cucinato dal marito napoletano DOC accoppiatosi in Brianza proprio con la Giovanna, bergamasca DOC, chissà se con una bella vincita riesce a comprare un lassativo così da espellere i residui ridondanti nelle viscere dell’intestino dopo quella vigilia.
2.350 euro puliti si è messa via la viperaccia. In tabaccheria non finiva più di ringraziarmi, prende un Babbo Natale di cioccolato ancora pendente dall’espositore della bottega e me lo porge. Le preciso che di figlioli ne ho due. Ecco un altro Babbo Natale di cioccolato, uno per uno non fa male a nessuno.

Arraffai il secondo sacchetto dal dolce contenuto ed intanto il primo precipita verso il basso. Appena toccato terra, ovvio, del povero Babbo Natale rimanevano solo i piedi quasi intatti. La Giovanna ne prende un altro, lo infila in una busta di plastica gentilmente chiesta alla commessa, ci infila il terzo Babbo Natale poi viene verso di me, acchiappa il secondo e lo infila nella busta come pure il primo, quello andato in frantumi. Per terminare infila le mani nella sua borsetta nera, estrae un borsellino e mi dona anche due biglietti da dieci, uno per uno ai miei figlioli come se le previsioni fossero state loro a passargliele. Non va mica bene così, cara Giovanna, sono entrato qui per comprare il tabacco, mi ha riempito di dolci, ho perso del tempo prezioso e in più, guarda fuori che mi gira intorno alla mia punto, quel signore con il pitale bianco in testa (chieda a suo marito cos’è il pitale, lui è napoletano) e con penna e bollettino in mano!
Senza neppure comprare quel che è stato il motivo della mia fermata in quel posto mi precipito dal ghisa per cercare di fornire una spiegazione valida indicandogli la Giovanna che nel frattempo si stava godendo la penosa scena del Sognolotto alle prese con l’impassibile funzionario in divisa.

‘Ha, ma lei e quello che scrive su Sognolotto?’, ’No, agente (per farlo sentire importante), Sognolotto sono proprio io e quella signora là mi ha trattenuto per avere numeri ed intanto mi son dimenticato il tabacco, un quarto d’ora alle prese con quella lì son pesanti, non ne potevo più. Va bene, mi faccia la multa, lei fa il suo dovere ed io ho sbagliato’.

Non credo si sia commosso, quella signora è sua parente e per questo mi ha perdonato, probabilmente la conosce meglio di me! Niente multa, niente tabacco mi sa che mi fermo dalla Bea un paio di KM più avanti così gioco pure al Lotto.
Che sfortuna, la Bea è appena andata via, ha finito il suo turno però mi ha lasciato uno dei suoi preziosi pizzini e per oggi, a quel paese la vecchietta, viva la Bea che andrò a trovare fra poco, appena finito di scrivere, un prosecco assieme a lei così facciamo fuori anche il Babbo Natale in frantumi tanto pago io con i 20 euro della Giovanna, in fin dei conti, le previsioni le ho studiate io mica i miei pargoli!

Quanti colpi seguirla Quanti colpi seguirla

Da Sabato 16 gennaio 2016 per 12 / 18 colpi

GIO-25-FEB | colpo 18 di 18

Attenzione Questa previsione è obsoleta!
La previsione di questo articolo ha raggiunto i massimi colpi consigliati e non sarà più aggiornata dall’autore!

1 – Napoli Ambata80 Ambi (Anche Tutte)2.80 | 16.80 | 53.80 | 68.80Cinquina LottoPiù2.16.53.68.80
Esito di questa previsione

2 – Roma Ambata60 Ambi (Anche Tutte)35.60 | 44.60 | 53.60 | 60.89Cinquina LottoPiù35.44.53.60.89
Esito di questa previsione

3 – FirenzeAmbata32 Ambi (Anche Tutte)1.32 | 14.32 | 32.44 | 32.48Cinquina LottoPiù1.14.32.44.48
Esito di questa previsione

4 – BariAmbata46 Ambi (Anche Tutte)20.46 | 46.65 | 46.68 | 46.84Cinquina LottoPiù20.46.65.68.84
Esito di questa previsione

5 – MilanoAmbata30 Ambi (Anche Tutte)30.62 | 30.70 | 30.75 | 30.88Cinquina LottoPiù30.62.70.75.88
Esito di questa previsione

Commenti
Loading...